HOME

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

Rilascio Carta d'identità elettronica (Cie)

Cos'è

Da gennaio 2018 la carta di identità elettronica, Cie, è l’unico documento rilasciato dal Comune per attestare l'identità di una persona (tranne nei casi residuali previsti per legge in cui continua ad essere rilasciata in formato cartaceo).
La carta è realizzata in materiale plastico, ha le dimensioni di una tessera ed è dotata di un microprocessore che memorizza i dati anagrafici, la fotografia, due impronte digitali e il codice fiscale.
La procedura di emissione è gestita dal Ministero dell'Interno. Il Comune identifica il cittadino, acquisisce informaticamente la foto, la firma e le impronte digitali, riceve anticipatamente il pagamento e rilascia la ricevuta. Il sistema inoltra automaticamente la richiesta all'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che emette e consegna la Cie entro 6 giorni lavorativi, all'indirizzo indicato dal cittadino. È possibile scegliere la consegna in Municipio.

Requisiti e modalità di richiesta

Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza.
I cittadini, maggiorenni e minorenni, residenti nel Comune di San Giovanni in Persiceto, al momento della scadenza o in caso di smarrimento, furto o deterioramento della propria carta di identità possono fare richiesta, della nuova Cie.
Per richiedere il documento è obbligatorio prendere appuntamento presso l’Ufficio Relazioni col Pubblico (Urp) o l’Ufficio Anagrafe, allo sportello oppure telefonando al numero verde 800069678 o scrivendo a urp@comunepersiceto.it o anagrafe@comunepersiceto.it
Il titolare, sia maggiorenne che minorenne, deve essere presente in ufficio per l'identificazione al momento della richiesta. Il cittadino dovrà presentarsi munito di 1 foto con caratteristiche specifiche, il proprio codice fiscale (tessera sanitaria), la carta vecchia o la denuncia di smarrimento/furto e un documento di riconoscimento.
La fotografia deve essere:

  • recente
  • in formato tessera
  • su sfondo chiaro
  • con posa frontale con fronte e orecchie ben visibili
  • a capo scoperto (salvo per motivi religiosi, dove comunque l'ovale del viso deve essere visibile)
  • senza occhiali se la montatura è scura; se si sceglie di tenere gli occhiali le lenti non devono essere colorate e non devono fare riflesso.


Consulta le linee guida internazionali per le fototessere valide per i documenti di identità

Verifica conformità dimensioni fototessera

Tempi e costi

L'operazione allo sportello richiede mediamente 20 minuti. La consegna avviene entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta, tramite posta raccomandata all'indirizzo indicato dal richiedente.
Al termine della procedura al richiedente viene rilasciato una ricevuta con il riepilogo dei dati contenente il numero della Cie. Tale ricevuta non può essere utilizzata come sostitutivo del “documento d'identità” se non in casi eccezionali espressamente specificati.

Il costo è di 22,21 euro che devono essere pagati in contanti allo sportello, prima di avviare la pratica.

Durata del documento

La carta d'identità elettronica ha un durata pari a:

  • 3 anni per i minori di 3 anni
  • 5 anni per la fascia di età 3-18 anni
  • 10 anni per i maggiorenni

con l'estensione della durata fino al giorno del compleanno del titolare.
Il rinnovo può essere richiesto a partire da 6 mesi prima della data di scadenza stessa.
Non è previsto il rinnovo a seguito di variazione di dati riguardanti l'indirizzo, lo stato civile, la residenza o la professione.

Validità per l'espatrio

La carta d’identità valida per l’espatrio è rilasciata solo ai cittadini italiani, mentre i cittadini stranieri viaggiano fuori dall'Italia con i documenti emessi dalle autorità del paese di origine. Sulla carta d'identità valida per l'espatrio non compare nessuna dicitura specifica, mentre sulla carta d'identità non valida per l'espatrio è scritto "non valida per l'espatrio".
I maggiorenni italiani possono richiedere il documento valido per l'estero se:

  • dichiarano di non avere motivi ostativi all'espatrio
  • in presenza di figli minorenni, anche in condizione di separazione legale o divorzio, dichiarano di avere l'assenso all'espatrio dell'altro genitore.


Per i minorenni è necessario l'assenso di entrambi i genitori o del tutore che devono accompagnare il minore agli sportelli anagrafici per firmare l'assenso. Se uno dei genitori non si può presentare deve compilare l'atto di assenso all'espatrio per figli minori ed allegare la fotocopia di un suo documento di riconoscimento. In caso di mancato assenso di uno dei genitori occorre il nulla osta del Giudice Tutelare.
I minori di 14 anni viaggiano all'estero solo se accompagnati da almeno un genitore o da chi ne ha la responsabilità genitoriale. Sulla carta di identità dei minori di 14 anni valida per l'espatrio vengono riportati i nomi dei genitori o di chi ne ha la responsabilità genitoriale. Se il minore di 14 anni si reca all'estero non accompagnato da almeno un genitore è necessario richiedere in Questura la dichiarazione di accompagnamento.
Per sapere quale documento è necessario per espatriare nei Paesi extra Unione Europea è possibile consultare il sito www.viaggiaresicuri.it.

Consenso alla donazione di organi

Al momento della richiesta di emissione della CIE le persone maggiorenni residenti nel Comune possono esprimere la propria volontà a donare organi e tessuti sottoscrivendo una dichiarazione che sarà inviata al Sistema Informativo Trapianti (SIT).
Organi: Possono esprimere la propria volontà alla donazione di organi e tessuti i cittadini maggiorenni italiani o stranieri, residenti nel comune, che devono rifare la loro Carta d'Identità. La manifestazione della propria volontà a donare organi e tessuti è, dal 1999-2000, possibile presso le aziende sanitarie ASL e l'AIDO. Recentemente il legislatore ha inteso ampliare i punti di ricezione delle dichiarazioni di volontà coinvolgendo anche i Comuni, per poter favorire la promozione della cultura della donazione. Pertanto anche all'atto della emissione della carta di identità anche elettronica, il cittadino può esprimere la sua volontà positiva o negativa alla donazione dei propri organi e tessuti anche presso l'ufficio Anagrafe. L'espressione della volontà avviene attraverso una dichiarazione scritta su una modulistica messa a disposizione dall'ufficio che viene rilasciata anche all'interessato. La manifestazione di volontà viene registrata della banca dati anagrafica e quindi trasmessa al Centro Nazionale Trapianti, CNT, in modalità telematica sicura, secondo il tracciato record previsto dal Sistema Informatico Trapianti (SIT). Se, prima della scadenza della propria carta d’identità, il cittadino vuole rendere la propria manifestazione di volontà, o modificare quella precedentemente espressa, può recarsi unicamente agli sportelli AIDO o ASL.

Casi di esclusione

Attualmente il rilascio della carta d'identità elettronica è subordinato all'allineamento dei dati anagrafici nel sistema dell'Indice Nazionale delle Anagrafi (INA/SAIA). La carta d'identità elettronica non può essere rilasciata ai cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'Anagrafe Italiana Residenti all'Estero (AIRE) in quanto non presenti nel sistema INA/SAIA. Si ricorda ad ogni modo che: Ai sensi della circolare del ministero dell’interno n. 08/2017: “Nel momento in cui le postazioni di lavoro saranno operative, il singolo Comune (o la singola Municipalità) dovrà rilasciare la nuova CIE abbandonando la modalità di emissione della carta d'identità in formato cartaceo salvo i casi di reale e documentata urgenza segnalati dal richiedente per motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare pubbliche. La carta d'identità in formato cartaceo potrà essere rilasciata anche nel caso in cui il cittadino sia iscritto nell'Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero (AIRE)”. I cittadini non residenti che per motivi di massima urgenza richiedono l'emissione della carta d'identità al comune di san Giovanni in Persiceto potranno ricevere il solo documento cartaceo. Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi personalmente a causa di malattia grave, un suo delegato (ad es. un familiare) deve recarsi presso l'Anagrafe, fornire la precedente carta di identità del titolare e concordare con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare e le modalità di completamento della procedura.

Normativa di riferimento

  • Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773
  • Legge 16 giugno 1998, n. 191
  • DPCM 22 ottobre 1999, n.437 come modificato dall’articolo 2, comma 4, della legge 16 giugno 1998, n. 191. Art. 1
  • D. lgs. 7 marzo 2005, n. 82
  • D. L. 31 gennaio 2005, n. 7
  • D. L. 19 giugno 2015, n. 78
  • Decreto del Ministero dell’Interno del 23 dicembre 2015. Modalità tecniche di emissione della Carta d’identità elettronica.
  • Decreto del Ministero dell’Interno del 25 maggio 2016. Determinazione del corrispettivo a carico del richiedente la carta d’identità elettronica, ai sensi dell’art. 7-vicies quater del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005, n. 43
  • Circolari del Ministero dell’Interno: 10/2016, 8/2017 e 2/2018


Termine di conclusione del procedimento
: 6 giorni lavorativi

Responsabile del procedimento: Moira Landi, tel. 051.6812750, moira.landi@comunepersiceto.it

Titolare del potere sostitutivo: Lucia Perna, tel. 051.6812791, segretariogenerale@comunepersiceto.it

Per ulteriori informazioni
Ufficio Anagrafe, corso Italia 76, San Giovanni in Persiceto (Bo)
Tel. 051.6812752  - Fax 051.6812759
anagrafe@comunepersiceto.it
referente: Chiara Zocca, 051.6812752, chiara.zocca@comunepersiceto.it

Torna alla pagina dell'Ufficio Anagrafe e Stato Civile

Ultima modifica 14/11/2018 10:37
Contenuti correlati
Assenso espatrio figlio minore

Azioni sul documento