"Universi"

Mostra personale di Franco Accorsi, uno degli artisti vincitori del bando di selezione pubblica promosso dal Comune di Persiceto per la concessione di spazi espositivi a promozione di attività artistiche

Dal 09/09/2017
Al 17/09/2017
Dove
Sala mostre di Palazzo SS.Salvatore
Piazza Garibaldi 7
Orario

Vari orari

Per informazioni http://www.francoaccorsi.it/
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal
Mostre
Ingresso libero

 

Inaugurazione sabato 9 settembre ore 17.30

Orari:
martedì, mercoledì, giovedì, venerdì , 17-19
sabato, domenica 10-12 / 17-19

Franco Accorsi nasce il 3 Gennaio 1942 a San Giovanni in Persiceto (Bologna), dove vive e lavora. Pittore autodidatta noto per le sue composizioni astratto-spaziali, realizzate su tela con tecnica mista. Sin dal 1972 ha partecipato a personali e collettive in Italia e all’estero.

Dopo esser stato astratto nelle sue prime esperienze pittoriche da alcune reminescenze derivanti da maestri del Cubismo come Klee, Picasso, adesso crea mirabili composizioni astratto-spaziali di armoniosa fantasia, “coordinando, come scrive G. Piscopo, visionarie intuizioni, spirito di razionalità e senso estetico del bello, per esprimere quella sua organica immaginazione del cosmo che lo affascina e lo incuriosisce” e che, credo non sia altro che una metafora del suo più intimo mondo interiore I suoi quadri sono pieni di effetti suggestivi, netti, messi però sulla tela cromaticamente come un musicista, potrebbe scrivere le note di una fuga sul pentagramma. È indubbi ala sua capacità artistica di inventare un cosmo fatto, per noi, di simboli ma che, per lui sono invece un mondo di sogni o di incubi, un universo più vero di quello in cui sfortunatamente (o fortunatamente) viviamo. In questo spazio senza tempo e senza confini, Accorsi immagina scene ed evoluzioni che vi potrebbero accadere e lo fa attraverso un’intuizione grafica personalissima che lui stesso ama definire”astratto geometrico” e che, se alle volte pare eccessivo, non preclude l’effondersi - dal quadro all’osservatore - di lampi di poesia e grumi di emozioni, seppure siano dure, e mai sdolcinate. Ricorre spesso nei suoi quadri la dimensione grafica (e spirituale) del cerchio che è la forma perfetta e pura che rimanda alla circolarità della vita, anche se alle volte lo fa perforare o solo lambire da linee rette che irrompono come dardi del silenzio dello spazio. A noi resta nient’altro che aprirci se non proprio alla comprensione, almeno all’accettazione di questi suoi splendidi segni nati dalla sua immaginazione, mai dimenticando che dentro l’arte c’è sempre qualcosa di più di quello che riusciamo a vedere, quindi a capire. Per concludere: se è vero che l’arte non deve rasserenare ma inquietare, destare interesse e suscitare agitazione interiore, Franco Accorsi riesce benissimo in ciò. (Gian Carlo Borghesani)

Comune di San Giovanni in Persiceto
archiviato sotto: