Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Tu sei qui: Home / Comunicati Stampa / 2017 / Novembre 2017 / “Πηνελόπη (Penelope). Diario di un viaggio parallelo”

Azioni sul documento


“Πηνελόπη (Penelope). Diario di un viaggio parallelo”

comunicato stampa

Sabato 2 dicembre alle ore 17 nella sala espositiva di Palazzo SS. Salvatore, il Maestro Claudio Nicoli espone sculture in bronzo, marmo e terracotta, unitamente ad opere di grafica e dipinti. L’artista, persicetano d'origine ma toscano d'adozione, si ripresenta al pubblico della città a distanza di quattordici anni, quando curò integralmente la rassegna di Arte&Città edizione 2003 per la parte della scultura monumentale da porta a porta.
“Πηνελόπη (Penelope). Diario di un viaggio parallelo”

"Penelope", scultura di Claudio Nicoli

29/11/2017

Nel mese di dicembre Persiceto ospita a Palazzo SS: Salvatore le suggestioni femminili delle opere dello scultore Claudio Nicoli. “Πηνελόπη (Penelope) - Diario di un viaggio parallelo – scrive Nicoli nella presentazione dell’esposizione - è una mostra al femminile, un omaggio alle migliori virtù che appartengono da sempre alle donne: la pazienza, il coraggio, l’intelligenza e la diplomazia, tutte doti che si ritrovano anche negli esseri di sesso maschile, ma molto più raramente. Penelope è una figura che appartiene al mito ma che si presta ad una chiave di lettura contemporanea ed addirittura proiettata nel futuro; è lei la figura ispiratrice e il punto di riferimento che mi ha guidato nella realizzazione di buona parte delle opere esposte. Il viaggio che compie Penelope, contrapposto a quello fisico di Ulisse, si snoda per luoghi della mente, ed è il percorso necessario che deve seguire per raggiungere la libertà, un viaggio di emancipazione e di conquista sia come sposa che come regina. C’è una componente indecifrabile in questa figura femminile dalle molteplici sfaccettature. Penelope non è la sola donna ideale che troviamo lungo il percorso, altre figure femminili la tengono per mano, legate tra loro da un filo invisibile che supera di colpo le barriere del tempo e dello spazio; si tratta di donne dal diverso destino, unite però da un legame profondo di solidarietà che le accomuna nei secoli, non meno forte di un legame di sangue”.

Sarà possibile visitare la mostra Πηνελόπη (Penelope) - Diario di un viaggio parallelo nella sala esposizioni di Palazzo SS. Salavatore da sabato 2 a sabato 30 dicembre con il seguente orario: feriali 17-19, festivi 10-12.30 e 16-19, chiuso il lunedì e nei giorni 24, 25 e 26 dicembre.


Chi è Claudio Nicoli
Claudio Nicoli nasce a San Giovanni in Persiceto nel 1958, già a 12 anni crea le sue prime opere in creta che vengono cotte dal padre nella fornace dove lavora. Nel 1976 conclude gli studi classici che influenzeranno in seguito l'intero suo repertorio artistico. Dopo la morte del padre si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Bologna sotto la guida del maestro Quinto Ghermandi. Nel 1989 si diploma all’Accademia, sezione Scultura e prosegue l’attività espositiva iniziata ancor prima del diploma: espone in personali a Siena ed a Firenze alla “Bottega di Cimabue”, dove verrà notato da importanti estimatori d'arte, attraverso i quali avrà in seguito l'occasione d'inserirsi in ambiti artistici di primo piano. Partecipa a progetti artistici nazionali ed internazionali ed espone in personali e collettive di prestigio. Nel 1997 tiene una personale a San Giovanni in Persiceto e nel 1998 Partecipa ad “Arte & Città”, rassegna di scultura monumentale organizzata tra gli altri da Giorgio Celli e Giuseppe Cordone. Questo interessante progetto che vede la collocazione di opere monumentali in un contesto urbano è per Nicoli l'occasione di confronto con importanti autori quali: Consagra, Kossuth, Perez, Yasuda. Nel 2003 è incaricato dell’allestimento urbano di “Arte & Città” dove presenta per l’occasione dieci opere monumentali. Nel frattempo prosegue la sua attività artistica, ricevendo prestigiosi riconoscimenti in Italia e all’estero.

Ultima modifica 07/12/2017 15:47
archiviato sotto: