Come cambierà l’Ospedale di Persiceto

Il sindaco Renato Mazzuca illustra i contenuti del consiglio dell’Unione Terred’acqua svoltosi a Persiceto la settimana scorsa in una seduta aperta dedicata ai servizi sanitari del Distretto Pianura Ovest e alle prospettive di riorganizzazione, al quale hanno partecipato anche Francesco Ripa Di Meana, direttore generale dell’Azienda Usl Bologna e Massimo Annicchiarico, direttore sanitario dell’Azienda Usl Bologna.

“Sul tema sanità e sul destino dell’Ospedale SS. Salvatore di Persiceto – dichiara il sindaco Renato Mazzuca - stanno circolando in questi ultimi giorni tante notizie, alcune delle quali, apparse anche sui quotidiani locali, inesatte e prive di alcun riscontro. A questo proposito, per fare chiarezza ai cittadini, vorrei ribadire quanto ho già dichiarato al termine del Consiglio dell’Unione Terred’acqua svoltosi la settimana scorsa in una seduta aperta dedicata ai servizi sanitari del Distretto Pianura Ovest e alle prospettive di riorganizzazione, e durante il quale si sono espressi i dirigenti competenti in materia come Francesco Ripa Di Meana, direttore generale dell’Azienda Usl Bologna e Massimo Annicchiarico, direttore sanitario dell’Azienda Usl Bologna”. 

 “Per l’Ospedale di Persiceto ci sono buone notizie – prosegue Renato Mazzuca- perché la struttura continuerà l’attività sanitaria seppur con un’altra modulazione: si caratterizzerà per le sue specifiche internistiche e riabilitative, riorganizzerà le attività chirurgiche sfruttando i percorsi che assicurano al cittadino il miglior intervento, la migliore équipe e la struttura adeguata, modulerà l’assistenza infermieristica per intensità di cure, manterrà il Pronto Soccorso aperto 24 ore su 24, ospitando in futuro anche la dialisi di Crevalcore. Insomma la qualità non mancherà, grazie in particolar modo ai professionisti... vera linfa vitale della nostra sanità”.

 Riguardo poi alle dichiarazioni rilasciate durante il Consiglio dell’Unione dal direttore generale dell’Azienda Ausl di Bologna, Francesco Ripa di Meana, Mazzuca riporta che si sta lavorando sull'organizzazione degli ospedali in rete, a Bologna e provincia e che si cerca di portare avanti risparmi strutturali non casuali, proprio per non colpire i servizi: “La struttura degli ospedali di provincia non sarà toccata per ora e quello che si sta facendo, più in generale, è organizzare ogni ospedale per intensità di cura, non penalizzando l’offerta per i pazienti, ma utilizzando i letti in modo da ridurre gli sprechi”.

 “In buona sostanza – sintetizza il sindaco - dalla serata è emerso che il tema dell’assistenza ospedaliera è composto da tanti momenti: domiciliari, ambulatoriali, ospedalieri, ognuno di pari importanza, ognuno con profonde differenze. Esistono pochi ospedali con un’alta dotazione tecnologica per le situazioni cliniche principali che ogni giorno diminuiscono nel numero, ma aumentano nella gravità; esistono ospedali per ricoveri giornalieri o di brevissima durata per patologie oggi minori, ma ritenute fino a ieri maggiori. Mentre ieri per molte malattie era indispensabile il ricovero, oggi le stesse vengono trattate a casa o ambulatorialmente o in day hospital, con brevissima degenza. Così come molte malattie non venivano diagnosticate o non avevano terapia mentre ora vengono seguite in ospedali con alta dotazione assistenziale”.

 “L’ospedale di Persiceto – conclude Mazzuca - non può più avere oggi la sua funzione storica, ovvero un luogo dove si accettava la grande maggioranza delle patologie che richiedeva ricovero, ma diventerà un luogo attrezzato per il trattamento di tante specialità, ricovero giornaliero o di alcuni giorni per la chirurgia, con un’impronta prevalentemente post acuzie/riabilitative per la medicina. L’ospedale di Persiceto non tratterà gli interventi chirurgici ritenuti a rischio per la patologia in sé o per la presenza in quel paziente di altre malattie importanti, non tratterà diverse malattie internistiche che possono o essere curate a casa/ambulatorio o richiedono assistenza con alta tecnologia/specializzazione. Ed è giusto per la nostra salute che sia così”.

Ultima modifica 06/03/2013 17:38

Azioni sul documento

Prossimi eventi
"L'orto culturale" 11/11/2017 - 23/12/2017 — Iis "Archimede", atrio
"Quando la biblioteca era ospedale" 12/11/2017 - 25/11/2017 — Palazzo SS. Salvatore, sala esposizioni
"Il dono è vita" 15/11/2017 - 05/12/2017
Prossimi eventi…
Calendario
« novembre 2017 »
novembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930