Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni

Tu sei qui: Home / Notizie / 2016 / Maggio 2016 / Infestazioni di afidi in giardino: un aiuto dalle coccinelle

Infestazioni di afidi in giardino: un aiuto dalle coccinelle

La comparsa in questo periodo di numerosi afidi sulle piante ornamentali e in modo particolare sulle rose, non deve allarmare: nella maggior parte dei casi il danno è solo di tipo estetico perché gli afidi sottraggono linfa da foglie, germogli e bottoni fiorali ma non provocano quasi mai la morte della pianta. In condizioni normali non servono quindi insetticidi perché l’azione di controllo esercitata dai nemici naturali degli afidi - come coccinelle, cirfidi, crisope - riduce da sola le infestazioni a livelli accettabili.
Infestazioni di afidi in giardino: un aiuto dalle coccinelle

Una coccinella a caccia di afidi (Foto Florablog.it)

La forte presenza di afidi che si registra in questi giorni sulle piante non deve preoccupare in quanto nella maggior parte dei casi non causa gravi danni se non quelli estetici. La melata prodotta dagli afidi sulle piante attaccate può essere facilmente asportata (nel caso di piante arboree) con lavaggi con acqua e tensioattivi autorizzati. In condizioni normali poi l’azione di controllo esercitata dai nemici naturali degli afidi, come Coccinelle, Sirfidi, Crisope, riduce da sola le infestazioni a livelli accettabili. Per questo motivo va sempre verificata la presenza di insetti utili sulle piante infestate prima di pianificare qualsiasi intervento insetticida.
La valorizzazione della lotta naturale rende quasi sempre superfluo il ricorso ad interventi insetticidi e può essere realizzata preservando le siepi e mantenendo bordure di piante erbacee spontanee. All’inizio della primavera, infatti, le coccinelle e diversi altri limitatori naturali di afidi, una volta trascorso l’inverno all’interno delle siepi, possono spostarsi sulle piante ornamentali in cerca di prede, seguendo le infestazioni da una pianta all’altra durante tutto il periodo primaverile-estivo.
Anche le piante erbacee spontanee, se non sottoposte a diserbo o a tagli troppo frequenti, possono svolgere un ruolo importante nel contenimento degli afidi nel verde urbano, favorendo la moltiplicazione degli insetti utili. Le numerose fioriture disponibili rappresentano inoltre un’importante fonte di alimento per api, impollinatori selvatici e farfalle.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare i tecnici del Caa “Giorgio Nicoli” Srl. (051/6802227).

Ultima modifica 27/05/2016 23:12

Azioni sul documento

archiviato sotto: ,
Prossimi eventi
"L'orto culturale" 11/11/2017 - 23/12/2017 — Iis "Archimede", atrio
"Quando la biblioteca era ospedale" 12/11/2017 - 25/11/2017 — Palazzo SS. Salvatore, sala esposizioni
"Il dono è vita" 15/11/2017 - 05/12/2017
Prossimi eventi…
Calendario
« novembre 2017 »
novembre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930