Allerta per criticità idraulica

L'allerta emessa dall'Agenzia regionale di Protezione Civile per criticità idraulica è stata prolungata a mercoledì 14 novembre. Per il nostro territorio è previsto codice giallo.
Allerta per criticità idraulica

Logo della Protezione civile regionale

Martedì 13 novembre

La criticità idraulica si riferisce alla propagazione della piena del fiume Po. Durante la giornata di mercoledì 14 novembre, la piena defluirà nelle sezioni terminali con livelli idrometrici superiori alla soglia 1. Permangono condizioni di tempo stabile sul territorio regionale.

Lunedì 12 novembre

La criticità idraulica si riferisce alla propagazione della piena del fiume Po. Durante la giornata di martedì 13 novembre, la piena transiterà nelle sezioni terminali con livelli idrometrici superiori alla soglia 1. Permangono condizioni di tempo stabile sul territorio regionale.

Domenica 11 novembre

La criticità idraulica è riferita alla propagazione della piena del fiume Po. La piena transiterà nel ferrarese nella giornata di lunedì 12 novembre con livelli superiori alla soglia 2. Per la giornata di lunedì 12 novembre si prevedono condizioni di tempo stabile.

Sabato 10 novembre

La criticità idraulica è riferita alla propagazione della piena del fiume Po. La piena transiterà nel ferrarese nella giornata di domenica 11 novembre con livelli superiori alla soglia 2. Nel corso della giornata di domenica 10 novembre flussi sud-occidentali provenienti dal Tirreno favoriranno deboli precipitazioni lungo i rilievi centro-occidentali che localmente potranno risultare anche a carattere di rovescio temporalesco sparso.

Venerdì 9 novembre

La criticità idraulica è riferita alla propagazione della piena del fiume Po. La piena transiterà nel reggiano e nel ferrarese nella giornata di sabato 10 novembre con livello di colmo superiore alla soglia 2. Per la giornata di sabato 10 novembre non si segnalano fenomeni meteorologici rilevanti ai fini dell'allertamento.

Giovedì 8 novembre

La criticità idraulica arancione è riferita alla propagazione della piena del fiume Po. La piena transiterà nel parmense e nel reggiano nella giornata di venerdì 9 novembre con livello di colmo compreso tra la soglia 2 e la soglia 3, nel pomeriggio-sera. Successivamente saranno interessati i tratti del territorio ferrarese con livelli superiori alla soglia 2. Per la giornata di venerdì 9 novembre non si segnalano fenomeni meteorologici ai fini dell'allertamento.

Mercoledì 7 novembre

Per la giornata di giovedì 8 novembre si prevedono condizioni di moderata instabilità con piovaschi sui rilievi occidentali. La piena del fiume Po transiterà nel piacentino con livelli al di sopra della soglia 2 già dal pomeriggio di mercoledì 7 novembre, con raggiungimento di un nuovo colmo a Piacenza, previsto nella mattina di giovedì 8 novembre. Nella giornata di giovedì 8 novembre, inoltre, la piena di Po supererà la soglia 2 anche nei tratti parmensi e reggiani.

Martedì 6 novembre

Nelle prime ore di mercoledì 7 novembre il transito di una veloce perturbazione determinerà precipitazioni, anche a carattere temporalesco non organizzato sul settore centro-occidentale. Intensificazione dei venti da sud, ma con valori sotto soglia. Attenuazione dei fenomeni già nel corso della mattinata. La criticità idraulica gialla nelle zone di pianura è riferita alla propagazione di un nuovo colmo di piena del fiume Po.

Lunedì 5 novembre

Nella giornata di martedì 6 novembre il transito di una saccatura sulla Penisola Italiana mantiene anche sul territorio regionale condizioni di tempo debolmente instabile, associate a piogge deboli e persistenti sul settore centro-occidentale e deboli e intermittenti sul resto del territorio; dal pomeriggio probabile sviluppo di attività convettiva e intensificazione della ventilazione sulle aree dell'Appennino occidentale con valori sotto soglia. La criticità idraulica gialla si riferisce al lento esaurimento della piena nelle ultime sezioni del fiume Po.

Domenica 4 novembre

Nella notte tra domenica 4 e lunedì 5 novembre sono previste precipitazioni anche a carattere temporalesco piu' probabili a ridosso del Po. Nella notte successiva, tra lunedì 5 e martedì 6 novembre, le precipitazioni temporalesche potranno interessare i rilievi appenninici centro-occidentali. Ventilazione sostenuta da est lungo la costa con mare mosso nella giornata di lunedì 5 novembre, che in combinazione con un livello del mare sostenuto potrebbe generare criticità costiera nella sottozona D2.

La criticità idraulica si riferisce alla propagazione della piena del fiume Po. Il colmo di piena transiterà nelle prime ore del 5 novembre nella sezione di Pontelagoscuro.

Sabato 3 novembre

Un minimo depressionario presente sul basso Tirreno porterà aria umida e debolmente instabile sulla nostra regione; precipitazioni deboli e irregolari in intensificazione nella serata di domenica 4 novembre. 
Si evidenzia che la criticità idraulica si riferisce alla propagazione della piena del fiume Po. Il colmo di piena transiterà nel pomeriggio di sabato 3 novembre alla sezione di Casalmaggiore, nella notte tra il 3 e 4 novembre alla sezione di Boretto, nella giornata di domenica 4 novembre nelle sezioni di Borgoforte e Sermide e nelle prime ore del 5 novembre nella sezione di Pontelagoscuro.

Venerdì 2 novembre

La presenza di un minimo depressionario sul Tirreno determinerà l'afflusso di correnti umide ed instabili sulla nostra regione che determineranno piogge diffuse di debole intensità per la giornata del 3 novembre. Un colmo di piena nel fiume Po è in transito tra le sezioni di Borgoforte e Sermide (MN). Un nuovo colmo è attualmente in transito a Ponte Becca (PV) e arriverà nella sezione di Piacenza nella serata di venerdì 2 novembre. Nel pomeriggio del 3 novembre transiterà nella sezione di Boretto. Nella parte terminale del Po le due onde di piena tenderanno a fondersi per le difficoltà di scolo nel bacino adriatico.

Giovedì 1 novembre

Nella giornata di venerdì 2 novembre, l'intero territorio regionale sarà interessato da piogge diffuse, localmente intense. Dal pomeriggio, un'avvezione fredda nei bassi strati, richiamata da un minimo depressionario al suolo, darà luogo sul settore appenninico orientale e nelle aree adiacenti allo sviluppo di celle temporalesche, associate al transito di un sistema frontale. Non si escludono temporanee raffiche di vento forte e fulminazioni sulle aree interessate dai fenomeni temporaleschi. La criticità idraulica Gialla nelle zone F e D è dovuta al transito della piena del fiume Po.

Mercoledì 31 ottobre

Nella giornata di mercoledì 31 ottobre non si segnalano fenomeni meteorologici significativi. Nella giornata di giovedì 1 novembre l'arrivo di una perturbazione già dalle prime ore apporterà precipitazioni a partire dal settore appenninico occidentale in rapido transito verso levante e aree di pianura. Le precipitazioni saranno più intense e assumeranno carattere di rovescio, localmente di temporale, più probabili nel settore centro-occidentale, aree montane e pedecollinari. I venti risulteranno forti sul crinale ma con intensità inferiore ai valori di soglia. Mare molto mosso al largo, mosso sottocosta.

Per informazioni: Allerta Meteo Emilia Romagna

Ultima modifica 19/11/2018 14:39

Azioni sul documento

Prossimi eventi
"Era come a mietere. Storie di uomini dal fronte della Grande Guerra" 27/10/2018 - 05/01/2019 — Androne del Palazzo comunale
"Niccolò Copernico. Vita e opera" 09/11/2018 - 23/11/2018 — Palazzo SS. Salvatore
"Girl" 20/11/2018 - 21/11/2018 — cinema Giada
Prossimi eventi…
Calendario
« novembre 2018 »
novembre
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930