Persiceto e il “Don Chisciotte della Bassa”

Comunicato stampa

Sabato 5 aprile alle ore 17 presso la Sala del Consiglio del Comune di Persiceto si terrà la presentazione del progetto “Un filo di ferro”, finalizzato al restauro della statua raffigurante il “Don Chisciotte”, collocata attualmente nel parco centrale della città, e alla celebrazione dell’artista che l’ha realizzata, il persicetano Mario Martinelli.
 Persiceto e il “Don Chisciotte della Bassa”

La cartolina invito di “Un filo di ferro”

28/03/2014

Mario Martinelli è stato un artista persicetano molto conosciuto e apprezzato; pittore e scultore, ha dato vita, fra le tante opere, ad una magnifica scultura in ferro ispirata al Don Chisciotte, che da anni dall’alto del suo cavallo si staglia sul profilo del parco centrale della nostra città. Questa scultura è nata nel 1971 come allestimento di un carro del Carnevale persicetano ma la sua bellezza ha conquistato i cittadini a tal punto che, dopo la tradizionale sfilata dei carri, la società carnevalesca “Filo” l’ha donata e collocata stabilmente nel parco situato al centro del paese. Tantissimi bambini sono cresciuti e continuano a crescere giocando ai piedi di questa imponente e poetica presenza. Dopo tanti anni però la statua, esposta continuamente agli agenti atmosferici, rischia di deteriorarsi irrimediabilmente e con lei rischia di perdersi il carico simbolico che questo Don Chisciotte incarna: il ricordo di un artista ricco di talento, la perizia artigiana dei maestri carnevalai persicetani, le suggestioni poetiche di un cavaliere errante che non si arrende davanti alle ingiustizie e continua a combattere per i suoi ideali. Da questa situazione di emergenza è nata l’idea di recuperare la scultura attraverso una delicata operazione di restauro ma anche di celebrare l’artista che l’ha creata, il tessuto sociale e culturale in cui è nata e il personaggio letterario a cui è ispirata.

Condividendo fortemente le idee e gli obiettivi di questa operazione, promossa dal comitato “Don Chisciotte della Bassa”, il Comune di San Giovanni in Persiceto alcuni mesi fa ha concesso il proprio patrocinio al progetto “Un filo di ferro”, presentato dal comitato stesso, cui si sono poi uniti i patrocini dell’Unione dei Comuni di Terred’acqua, della Provincia di Bologna, della Regione Emilia Romagna, del Conservatorio di Musica G. B. Martini di Bologna, dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, della Fondazione Zucchelli, del Circolo Fotografico Il Palazzaccio e dell’Associazione Carnevale Persiceto.
“Un filo di ferro” è ora diventato realtà: sabato 5 aprile alle ore 17 presso la Sala del Consiglio del Comune di Persiceto si terrà la presentazione del progetto cui saranno presenti il sindaco e l’assessore alla cultura del Comune di Persiceto, Gaetano Piscopo, presidente del Comitato “Don Chisciotte della Bassa”. A seguire per tutti gli intervenuti si terrà un “Aperitivo della bassa” con la birra “Utopia” offerta dal “Birrificio Vecchia Orsa” e la crescente offerta dal “Panificio Roli”. Sabato 12 aprile alle ore 17 presso la chiesa di Sant’Apollinare, in via Sant’Apollinare 4, si terrà poi l’inaugurazione della mostra “Mario Martinelli- sezione pittura”. Per l’occasione sarà presente Beatrice Buscaroli, curatrice della mostra. Alle ore 18 a Palazzo SS: Salvatore, in piazza Garibaldi 7, verrà poi inaugurata la mostra “Mario Martinelli – sezione disegno, scultura e carnevale”. Orario di visita delle mostre: venerdì e sabato ore 17-19, domenica e festivi ore 10-12.30 e 16-19. Possibilità di visita fuori orario, per gruppi e scolaresche su appuntamento telefonico. Ingresso gratui
to.
Sabato 3 e 31 maggio alle ore 18, nella Chiesa di Sant’Apollinare si terrà il Concerto per chitarra degli allievi del Conservatorio di Musica “G. B. Martini” di Bologna, a cura di Walter Zanetti mentre sabato 17 maggio alle ore 17 nella Chiesa di Sant’Apollinare si terrà la Presentazione del catalogo delle opere di Mario Martinelli, edito da Maglio Editore.

Mario Martinelli
(San Giovanni in Persiceto, 1939 – 1980)
Dopo la maturità artistica frequentò il corso di pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Fu allievo del professor Pompilio Mandelli (1912-2006, allievo di Giorgio Morandi) che gli ispirò la via artistica dell’ultimo naturalismo. Partecipò a molte mostre collettive a partire dal 1958. Nel 1966 espose una prima personale a Bologna e nel 1967 un’altra personale a Milano. Ottenne l’abilitazione all’insegnamento dell’educazione artistica e dal 1974 divenne titolare di una cattedra alle scuole medie. Nell’ultima parte della sua carriera artistica si dedicò con grande passione alla realizzazione di carri di Carnevale con la società Filo con cui ottenne grandi risultati tra cui la vittoria nell’edizione del centenario.

Beatrice Buscaroli
Storica e scrittrice d’arte, ha curato la Quadriennale di Roma e il Padiglione Italia alla Biennale di Venezia nel 2009. Ha scritto saggi e organizzato mostre sul Novecento italiano, maggiore e minore. Insegna storia dell’arte moderna, storia dell’arte contemporanea e museologia.

***********************************************

Info: ufficio Cultura del Comune di Persiceto: tel.0516812951, www.comunepersiceto.it oppure www.donchisciottedellabassa.it

 

Lorenza Govoni
Ufficio Stampa, tel. 051.6812795

Ultima modifica 02/05/2014 13:22

Vai ad inizio pagina