Un villaggio medievale nella pianura

comunicato stampa

Giovedì 11 aprile alle ore 20.30 presso la Sala consiliare del Municipio di Persiceto verrà presentata l’idea progettuale del parco tematico archeologico di età medievale che sarà realizzato presso le vasche dell’ex-zuccherificio, grazie al contributo straordinario della Regione Emilia Romagna.
Un villaggio medievale nella pianura

Il progetto del Villaggio Medievale

10/04/2019

Giovedì 11 aprile nella Sala consiliare del Municipio di Persiceto si terrà un incontro pubblico aperto a tutti i cittadini per presentare il nuovo villaggio medievale. All’incontro interverranno il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il Sindaco di San Giovanni in Persiceto Lorenzo Pelle
gatti, l’assessore regionale a Turismo e Commercio Andrea Corsini, l’assessore alla Cultura del Comune di Persiceto Maura Pagnoni, e alcuni dei tecnici coinvolti nel progetto.

Il progetto, che l’Amministrazione comunale ha avviato congiuntamente all’associazione Agenter, è stato reso possibile grazie al contributo straordinario stanziato dalla Regione Emilia Romagna, e ridarà vita ad uno degli antichi centri presenti attorno all’anno 1000 in queste stesse località dai quali hanno poi avuto origine i comuni attualmente esistenti, tra cui Crevalcore, Sant’Agata Bolognese, Anzola dell’Emilia e appunto San Giovanni in Persiceto. A un tale livello di precisione nella ricostruzione storica si è giunti grazie a una serie di studi scientifici effettuati in collaborazione con alcune università italiane su un villaggio del X secolo rinvenuto nel 1994 e che hanno permesso di conoscere come erano fatte le case, come era l’ambiente, cosa mangiavano gli abitanti del villaggio e cosa si produceva.

La ricostruzione di un villaggio medievale rappresenta un’opportunità di promozione originale ed innovativa del territorio, con l’obiettivo di ampliare l’offerta culturale e turistica di Persiceto. Oltre infatti alla riproduzione fedele del villaggio presente nello scavo, verranno anche costruite diverse strutture per offrire la possibilità a turisti, visitatori, scolaresche di rimanere per uno o più giorni e di cogliere l’occasione per visitare le altre attrazioni e gli altri musei del territorio: in particolare, accanto alle capanne antiche, alla torre di avvistamento, alle canoe lungo il fossato navigabile e a un’area per le colture vegetali, ricostruzione di quelle rinvenute, verranno allestite una capanna moderna per attività didattiche e ristorazione, un’area dedicata alle rievocazioni, un percorso naturalistico lungo gli argini del parco con segnaletiche realizzate con le moderne tecnologie qrCode (Beacon), altre attività che ripropongano i manufatti e i cibi dell’epoca (una taverna medievale, il maniscalco, ecc.); il tutto verrà realizzato salvaguardando la flora e la fauna dell’ambiente presente all’interno del villaggio.

Il progetto costituirà dunque un’ottima opportunità per tutti gli appassionati e gli studenti di Persiceto e non solo di vivere il villaggio medievale e la sua quotidianità e non solo di studiarlo sui libri o semplicemente vederlo, e costituirà pertanto una struttura unica e peculiare del territorio.

10.04.2019
Ufficio Stampa

 

 

 

 

 

 


Ultima modifica 10/04/2019 10:25

Vai ad inizio pagina