Dalla Regione due bandi per il contrasto alla cimice asiatica

Per contrastare i danni alle coltivazioni causati dalla proliferazione della cimice asiatica la Regione Emilia-Romagna ha pubblicato due bandi, uno per l’acquisto e l’installazione di reti antinsetto con scadenza venerdì 7 febbraio e l’altro per la presentazione di progetti innovativi per la lotta al parassita aperto fino a lunedì 30 marzo.

 

Il primo bando prevede lo stanziamento di 2,6 milioni di euro per l’acquisto e la posa di reti antinsetto, con scadenza venerdì 7 febbraio e approvazione della graduatoria nel mese di maggio: possono partecipare aziende agricole che tutelano individualmente la propria produzione, presentando una sola domanda che preveda una spesa minima di 2.500 euro, e un massimo di 250 mila euro; saranno ammesse alle coperture le spese per acquisto di reti antinsetto monofilaper impianti di copertura monoblocco già esistenti, oltre a spese per professionisti e manodopera per l’installazione. La graduatoria terrà in particolare considerazione il potenziale agricolo a rischio, il rischio di diffusione dell’infestazione, l’appetibilità delle coltivazioni per la cimice, le colture a produzione integrata e biologica. Il contributo regionale arriva fino all’80% della spesa sostenuta.
Consulta il bando sul sito della Regione

Il secondo bando stanzia 1 milione di euro per la presentazione di progetti innovativi per il contenimento e la lotta alla diffusione della cimice e scade lunedì 30 marzo: possono presentare domanda i Goi – Gruppi operativi per l’innovazione, che propongano sviluppo e sperimentazione di nuovi processi adattati ai contesti ambientali che riguardino difesa fitosanitaria, agricoltura sostenibile e lotta biologica, telerilevamento dei dati, strumenti elettronici di avvertimento e supporto, difesa diretta quale la cattura e la limitazione del potenziale dannoso, la valutazione economica delle tecniche. Il sostegno regionale può arrivare al 90% per progetti di costo compreso tra i 100 mila e i 350 mila euro.
Consulta il bando sul sito della Regione

 

Vai ad inizio pagina