Una “Lettrice” davanti alla Biblioteca

Sabato 7 agosto alle ore 10 in piazza Garibaldi, nell’area antistante Palazzo SS. Salvatore, verrà inaugurata la statua “La Lettrice”, una scultura in bronzo realizzata dall’artista Nicola Zamboni che accoglierà i cittadini all’entrata della Biblioteca “G.C. Croce”. L’opera è stata donata al Comune da  Carlo Alberto Barbieri, in ricordo della famiglia dello zio Gian Carlo Borghesani.

 

La statua in bronzo rappresenta una donna a grandezza naturale, intenta a leggere una favola. “Si tratta di una scultura realizzata diversi anni fa, poi acquistata da Gian Carlo Borghesani, che la collocò nel proprio giardino. – racconta l’artista Nicola Zamboni – Sono contento che ora venga esposta in pubblico e in particolare davanti alla Biblioteca di Persiceto. Di recente, infatti, mi sono dedicato a diverse altre sculture che richiamano i libri e la lettura, nell’ambito di progetti che le vedranno collocate vicino ad altre biblioteche del territorio bolognese”.

Alla morte di Gian Carlo Borghesani, l’opera è stata ereditata dal nipote Carlo Alberto Barbieri, che ha deciso di donarla al Comune di Persiceto affinché venisse esposta su suolo pubblico affiancata dalla targa “In ricordo di Gian Carlo, Ivonne e Diana”. “Sono rimasto da subito molto colpito da questa statua quando l’ho vista per la prima volta nel giardino di mio zio. – afferma il donatore Carlo Alberto Barbieri – Per me è davvero un onore e una grande emozione fare dono di questa statua alla città di Persiceto, a cui mio zio era molto legato”. Gian Carlo Borghesani nacque a San Giovanni in Persiceto nel 1935 dove ha vissuto; è stato imprenditore locale sempre attento alle esigenze della comunità persicetana e ha fatto parte della redazione di riviste locali come “Strada Maestra” e “Borgorotondo”, sulle quali ha pubblicato saggi e articoli descrivendo in modo acuto e vivissimo personaggi e vicende locali.

Sabato 7 agosto la statua sarà svelata al pubblico; per l’occasione saranno presenti il Sindaco Lorenzo Pellegatti, l’assessore alla Cultura Maura Pagnoni, lo scultore Nicola Zamboni e il donatore Carlo Alberto Barbieri. “Siamo molto grati alle famiglie Barbieri e Borghesani. – commenta l’assessore Maura Pagnoni – La donazione di questa statua ci è sembrata un’occasione propizia per valorizzare ulteriormente lo spazio antistante la Biblioteca “G.C. Croce”, sulla scia del progetto iniziato nel 2017 per rendere quest’area sempre più viva e frequentata, con l’inserimento di sedute e piante a servizio degli utenti e dei cittadini che vogliono fermarsi per una sosta. L’aggiunta di questa scultura vuole essere un invito ancora più esplicito a sperimentare il piacere della lettura e a consultare il ricco patrimonio della nostra biblioteca”.

 

Ufficio Stampa
4.08.2021

 

 

Vai ad inizio pagina