Teatro comunale

Situato nel corpo dell’edificio del Palazzo comunale (vi si accede dal portico del Palazzo), il teatro risale alla prima metà del ‘600, anche se l’aspetto attuale è riconducibile al 1790, anno della sua inaugurazione in seguito alla realizzazione del progetto di Giuseppe Tubertini. Nell’atrio si trovano due statue raffiguranti Carlo Goldoni e Vittorio Alfieri, opera di Vincenzo Testoni (1800-1871), mentre l’interno mantiene intatta la struttura settecentesca che vorrebbe ricordare il prospetto di un edificio classico (un alto basamento in pietra dal quale si innalzano alti pilastri coronati da una balaustra). Un forte slancio è dato a tutta la struttura della cavea dal bellissimo boccascena formato da due alte colonne corinzie dorate sormontate da una elegante trabeazione.

Meta abituale dei cittadini bolognesi nell’800, dapprima il teatro fu adibito alla presentazione di spettacoli lirici, di prosa e sinfonici; poi fu luogo d’incontro e divertimento in occasione delle feste e dei veglioni carnevaleschi, quindi fu utilizzato come sala cinematografica. Nel 1989 è stato riaperto dopo lunghi e accurati lavori di restauro. Da allora ogni anno ospita la stagione teatrale del Comune di San Giovanni in Persiceto, coordinata con quella dei comuni di Crevalcore e Sant’Agata nell’ambito di “Tre teatri per te”, oltre a spettacoli di prosa, teatro comico, teatro dialettale, teatro ragazzi, concerti, convegni organizzati o patrocinati dal Comune. Il Teatro è inoltre disponibile per il noleggio da parte di privati per eventi o prove delle compagnie teatrali.