Tag: Sanità

Misure anti-Covid a livello comunale

Alla luce dell’emergenza sanitaria, il Sindaco di Persiceto ha prorogato fino al 30 aprile 2021 le misure per contenere il contagio nell’ambito dello svolgimento dei servizi comunali. Sempre fino al 30 aprile è vietato utilizzare le aree gioco e le attrezzature di tipo sportivo normalmente ad uso libero nei parchi e negli altri spazi verdi pubblici (campi da calcio, calcetto, basket, pattinaggio, palestre all’aperto).

Dpcm del 2 marzo 2021: le misure in vigore dal 6 marzo al 6 aprile

Il Governo ha emanato il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) del 2 marzo 2021, che prescrive le misure di prevenzione del contagio da Covid-19 e di contrasto alla pandemia, in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021, a livello regionale e nazionale. Il Ministero della Salute classifica con apposite ordinanze le regioni italiane all’interno di diversi scenari di rischio epidemiologico sulla base del monitoraggio dei dati, in base ai quali si applicano misure di contenimento via via più restrittive all’aumentare del livello di rischio. Nella notizia una sintesi di tutte le nuove disposizioni previste a livello nazionale e per ciascuna zona di rischio, sulla base del nuovo Dpcm e del Decreto Legge del 12 marzo 2021.

Città Metropolitana di Bologna in Zona Rossa dal 4 marzo

È stata emanata l’Ordinanza della Regione Emilia-Romagna del 3 marzo 2021, che stabilisce l’ingresso in Zona Rossa per tutti i comuni della Città Metropolitana di Bologna e della Provincia di Modena. In particolare, dal 4 marzo al 21 marzo verranno sospese tutte le attività commerciali eccetto quelle essenziali, e saranno previste limitazioni ancora maggiori sugli spostamenti. L’ordinanza regionale farà partire la sospensione di nidi e materne (sia statali che comunali) dal 6 marzo, così come la chiusura delle attività di servizi alla persona come parrucchieri e barbieri, lo stesso che prevede il nuovo Dpcm per le zone rosse in tutto il Paese.

Città Metropolitana di Bologna in Zona arancione scuro dal 27 febbraio

A seguito della riunione d’urgenza convocata giovedì 25 febbraio dal sindaco metropolitano Virginio Merola, alla presenza dei sindaci dei Comuni della Città Metropolitana di Bologna, del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, dell’Assessore Regionale alle Politiche per la Salute Raffale Donini e del responsabile del dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl di Bologna Paolo Pandolfi, è stata emanata l’Ordinanza Regionale del 26 febbraio 2021, che istituisce la Zona Arancione Scuro per tutti i Comuni della Città Metropolitana di Bologna. Il provvedimento decorrerà da lunedì 1 marzo per le scuole e dal 27 febbraio per tutto il resto e rimarrà in vigore fino a domenica 14 marzo. A seguito dell’ordinanza, in tutti i Comuni dell’Area Metropolitana verranno estese le ulteriori restrizioni disposte nei giorni scorsi per i Comuni dell’area imolese, che si aggiungono a quelle già in vigore in tutta la Regione con la classificazione in Zona Arancione.

Accesso ai servizi bibliotecari dal 22 febbraio

A seguito dell’Ordinanza del Ministero della Salute del 19 febbraio 2021 che classifica la Regione Emilia-Romagna in Zona Arancione, a partire da lunedì 22 febbraio è sospeso l’accesso agli scaffali e alle sale studio delle biblioteche comunali di Persiceto; possono accedere soltanto i cittadini residenti dal lunedì al venerdì, esclusivamente per il prestito e la restituzione dei libri con modalità di ingresso contingentato e prenotazione obbligatoria.

L’Emilia-Romagna torna in Zona Arancione dal 21 febbraio

In base all’Ordinanza del Ministero della Salute del 19 febbraio 2021, l’Emilia-Romagna torna in Zona Arancione a partire da domenica 21 febbraio: durante questo arco temporale in tutta la Regione saranno dunque in vigore le ulteriori disposizioni restrittive stabilite per tale scenario di rischio epidemiologico in aggiunta a quelle già in vigore su tutto il territorio nazionale, sulla base del Dpcm del 14 gennaio 2021 e del Decreto Legge del 23 febbraio 2021.

Piano vaccinale in Emilia Romagna: dal 15 febbraio al via le prenotazioni per gli over 85

A fine dicembre è partita in tutta Italia la campagna di vaccinazione contro il Covid-19. Nella Regione Emilia-Romagna, conclusa la prima fase rivolta al personale sanitario e sociosanitario, agli operatori e ai degenti delle residenze per anziani, soggetti particolarmente fragili e a rischio, da martedì 16 febbraio 2021 inizierà la vaccinazione dei cittadini con 85 anni e più.

Vai ad inizio pagina