Come ottenere la concessione di occupazione di suolo pubblico

Esistono diversi casi di occupazione di suolo pubblico:

  • di tipo permanente, se hanno durata superiore all’anno (es. chioschi, edicole, impianti pubblicitari, passi carrabili, ecc.)
  • di tipo temporaneo, se hanno durata inferiore all’anno (es. cantieri edili, fiere, intrattenimenti pubblici).

Le concessioni di occupazione di suolo pubblico per fiere, mercati, intrattenimenti pubblici e commercio vengono rilasciate dallo Sportello Unico per le Attività Produttive
Le concessioni di occupazione di suolo e sottosuolo stradale per allacciamenti fognari e con condutture d’acqua potabile o d’irrigazione dei fondi e con innesti e allacci a impianti di erogazione di pubblici servizi e le concessioni di occupazione di suolo pubblico effettuate con cantieri da ditte che svolgono lavori sulla base di appalti affidati dal Comune vengono rilasciate dal Servizio Lavori Pubblici e Manutenzioni.
mentre le concessioni di occupazione di suolo pubblico con impianti pubblicitari e con opere soggette a permesso di costruire, ad eccezione dei passi carrabili, vengono rilasciate dallo Sportello Unico per l’Edilizia.
Per informazioni sull’occupazione di suolo pubblico effettuata con i passi carrabili consultare la pagina Canone per i passi carrabili

Tutte le altre richieste di occupazione di suolo pubblico, insieme all’eventuale ordinanza stradale, possono essere presentate all’Urp (n. verde 800.069678) o presso lo sportello Cosap.

Il termine massimo per il rilascio della concessione è di 30 giorni dalla data in cui l’istanza è pervenuta al Comune.

Modulistica utile

Come determinare il canone (Cosap)

Per ogni occupazione di suolo pubblico autorizzata è dovuto il relativo canone in base a tariffa.

Per l’anno 2018 sono state confermate le medesime tariffe vigenti negli anni precedenti

  • Prima categoria > centro storico del capoluogo
    (area compresa all’interno dei viali di circonvallazione):
    canone annuale di occupazione permanente € 39,76 al mq
    canone giornaliero di occupazione temporanea € 3,60 al mq
  • Seconda categoria > centro edificato a prevalente destinazione residenziale e/o commerciale, centri abitati del capoluogo, di San Matteo della Decima, di Biancolina, Amola, Le Budrie, Castagnolo e La Villa:
    canone annuale  di occupazione permanente € 31,70 al mq
    canone giornaliero di occupazione temporanea € 3,10 al mq
  • Terza categoria > zone a prevalente destinazione produttiva-artigianale
    (zone artigianali del capoluogo e di San Matteo della Decima):
    canone annuale di occupazione permanente € 23,90 al mq
    canone giornaliero di occupazione temporanea € 2,47 al mq
  • Quarta categoria > restanti zone, a prevalente destinazione agricola, borgate sparse e aree adibite a verde pubblico attrezzato all’interno dei centri edificati:
    canone annuale di occupazione permanente € 20,60 al mq
    canone giornaliero di occupazione temporanea € 2,23 al mq.

È stata inoltre deliberata una tariffa pari ad € 279,60 al mq quale canone annuale per le occupazioni aventi rilevante impatto economico e ambientale, valevole per tutte le categorie.

Per visualizzare con esattezza la zona dell’occupazione consultare la planimetria contenuta nel Regolamento per l’applicazione del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche

Il canone da versare viene determinato applicando la tariffa all’entità dell’occupazione espressa in metri quadrati, nonché alla durata, con applicazione delle riduzioni o delle maggiorazioni previste nel Regolamento comunale: per le occupazioni permanenti si rimanda all’art. 22, per le occupazioni temporanee agli artt. 23 e 24, mentre per le agevolazioni all’art. 27. Sono previsti inoltre casi di esenzione dal versamento del canone, per i quali si rimanda all’art. 28.
Consulta il Regolamento per l’applicazione del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche.

Come versare il canone

Per le occupazioni permanenti il canone annuale viene conteggiato dal Comune e trasmesso al titolare della concessione che dovrà provvedere al versamento: per l’anno 2020 la scadenza per il versamento è stata fissata al 30/09/2020, comprese le eventuali fattispecie per le quali l’ammontare complessivo del canone sia superiore a euro 1.000,00 per le quali le rate sono state unificate alla scadenza del 30/09/2020. Per l’anno 2020 sono state inoltre deliberate esenzioni per particolari tipologie di occupazione.

Per le occupazioni temporanee il Comune consegna all’interessato un modello F24 già compilato da pagare prima del ritiro della concessione.

Per ulteriori informazioni

Per qualsiasi informazione o chiarimento è possibile rivolgersi telefonicamente al Servizio Entrate e Tributi – sportello Cosap (tel. 051.6812947) nei seguenti giorni ed orari: il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 8.30 alle 13.30, il martedì e il giovedì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.00.

Al fine di tutelare la salute pubblica e contenere il contagio da Covid-19, il ricevimento del pubblico viene effettuato esclusivamente su appuntamento nei seguenti giorni ed orari: lunedì e mercoledì dalle ore 8.30 alle 12.30, giovedì dalle 14.30 alle 18.00.
L’accesso è dalla porta su piazza Cavour 2.

E’ possibile anche inviare direttamente una e-mail all’indirizzo di posta elettronica: cosap@comunepersiceto.it

Il Funzionario Responsabile delle istruttorie per le richieste di occupazione di suolo pubblico di competenza del Servizio Entrate e Tributi e della riscossione del Cosap è Daniela Tubertini Responsabile del Servizio Entrate e Tributi (nomina con Delibera di Giunta comunale n. 65 del 29/05/2020).